Veronica Panarello, ecco il perché della risonanza magnetica

È attendibile la risonanza magnetica eseguita ieri su Veronica Panarello? E qual è la sua utilità? Ne parliamo con la Dottoressa Francesca De Rinaldis 

 




 

Veronica Panarello

Veronica Panarello è stata sottoposta alla risonanza magnetica funzionale, parte integrante della perizia psichiatrica richiesta dal legale della donna, l’avvocato Francesco Villardita. È accaduto tutto in una struttura diagnostica di Catania nel primo pomeriggio di ieri, alle 15:00, terminando dopo appena un’ora. Veronica Panarello è giunta scortata dagli agenti di polizia penitenziaria e, come si apprende dai media, durante lo svolgimento dell’esame non sarebbero stati presenti periti, consulenti delle parti e legali. L’esito della risonanza sarà consegnato perciò direttamente al magistrato chiamato a valutare. Tuttavia, quale importanza potrebbe avere la risonanza magnetica funzionale nell’economia del processo a Veronica Panarello? Per saperne di più l’abbiamo chiesto alla psicologa forense Dottoressa Francesca De Rinaldis.

 

Dott.ssa Francesca De Rinaldis. (foto per box)
Dott.ssa Francesca De Rinaldis

«La risonanza magnetica ‒ ci spiega la Dottoressa ‒ è utilizzata per osservare se a livello di funzionamento neurologico ci sono alcune tracce di disturbo psicopatologico. Ho avuto modo di assistere di recente ad una conferenza in cui era presente proprio il professore Giuseppe Sartori, neuropsicopatologo e consulente della difesa [che ha suggerito la risonanza magnetica funzionale, ndr]». In quella sede, fa sapere la Dott.ssa De Rinaldis, «il prof. Sartori aveva spiegato l’utilità della risonanza magnetica funzionale perché, andando più in profondità nei meccanismi neurologici, è possibile vedere quelle microfratture a livello neurologico che sono tipiche di alcuni comportamenti di tipo psicopatologico. Tali fratture, ad un’ispezione più superficiale come può essere un colloquio o un test, non sarebbero altrimenti evidenti».

 




 

risonanzaDunque l’accertamento eseguito ieri su Veronica Panarello avrà il compito di stabilire la natura dei comportamenti della donna, il tutto per comprendere se la madre del piccolo Loris fosse consapevole o meno di quanto accadeva nei tragici momenti che avevano portato Loris Stival alla morte. «Penso che la risonanza effettuata su Veronica Panarello ‒ ha precisato la Dott.ssa De Rinaldis ‒ sia funzionale alla ricerca di tracce sommerse, o non identificabili con altri metodi, di queste alterazioni psicopatologico a livello neurologico».

 

 

veronica panarello andrea stival«A livello peritale ‒ afferma la psicologa forense ‒ questo tipo di Infine è necessario interrogarsi sull’attendibilità o meno della risonanza magnetica funzionale, specie quando applicata a casi del genere. indagine sta trovando sempre più  impiego. In particolare, a livello medico-legale tale novità è accolta finora abbastanza positivamente». Si tratterebbe perciò di un accertamento attendibile e che testimonia il forte interesse che vige intorno alla figura di Veronica Panarello, soprattutto dopo le ultime affermazioni che, a sua detta, chiamerebbero in causa anche il suocero Andrea Stival, accusato da Veronica Panarello di avere avuto con lei rapporti sessuali scoperti dal piccolo Loris e per questo ucciso. Un’ipotesi che impone la massima prudenza da parte degli inquirenti.

La risonanza magnetica funzionale di ieri permetterà quantomeno di porre un primo punto fermo per capire se Veronica Panarello ha alcune fratture a livello neurologico, tipiche di soggetti con psicopatologie. Da lì servirà capire poi quanto esse potrebbero avere influenzato le vicende relative al caso Loris Stival. Le conclusioni dei periti saranno consegnate entro il 15 maggio prossimo.

 

articolo di Andrea B.

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

 




 

Veronica Panarello, ecco il perché della risonanza magnetica ultima modifica: 2016-04-28T11:57:26+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!