Sarah Scazzi, l’avvocato Gentile: «Misura cautelare per Sabrina prorogata fino al 2017»

L’avvocato della famiglia di Sarah Scazzi interviene su Radio Cusano: «Per la Cassazione siamo preparati allo scontro, duro e senza esclusione di colpi»

 

 




 

Sarah Scazzi
Sarah Scazzi

Il delitto Sarah Scazzi rimbalza nuovamente sulle pagine dei quotidiani nazionali, noto anche come il delitto di Avetrana. Proprio nel piccolo comune in provincia di Taranto sei anni fa trovava la morte Sarah Scazzi, 15enne che secondo i giudici della Corta d’Assise Appello sarebbe stata uccisa dalla zia e dalla cugina, rispettivamente Cosima Serrano e Sabrina Misseri. Madre e figlia sono state condannate all’ergastolo il 24 luglio 2015 per sequestro di persona e omicidio volontario. Solo oggi le motivazioni della condanna in Secondo grado sono state depositate, con un’attesa record di ben 13 mesi che ha sollevato non poche polemiche nei giorni scorsi.

Per conto della famiglia di Sarah Scazzi è l’avvocato Nicodemo Gentile a commentare l’avvenuto deposito intervenendo ai microfoni di Radio Cusano Campus all’interno del programma Legge o Giustizia con Matteo Torrioli. «Le 1.277 pagine di motivazioni penso servano perché si è ritenuto di motivare di nuovo le condanne, integrando quanto scritto del Primo grado – afferma il legale – non bisogna dimenticare che accanto ai quattro imputati principali, ci sono tutta una serie di imputazioni secondarie».

 

Cosima Serrano e la figlia Sabrina Misseri

Alla domanda su eventuali timori di scarcerazioni preventive dovute proprio al ritardo del deposito delle motivazioni della sentenza, l’avvocato Nicodemo Gentile non ha dubbi: «No, assolutamente. I sei anni di Cosima decorreranno dal maggio dell’anno prossimo. Sapevamo poi che la misura cautelare per Sabrina era prorogata fino al 27 settembre del 2017. Quella data era una garanzia per noi».

L’avvocato Nicodemo Gentile è noto alle cronache per essere il legale dell’Associazione Penelope, così come impegnato nella difesa della famiglia Ragone per la morte di Trifone e Teresa, per la morte di Giuseppe Colabrese e per la fine di Melania Reatutti casi ben conosciuti dal grande pubblico.

 




 

A detta dell’avvocato «in tutta la vicenda giudiziaria il ritardo del deposito delle motivazioni è l’unico punto che condividiamo con la difesa. Siamo avvocati di parte civile adesso ma siamo comunque uomini di legge. L’imputato ha il diritto ad un giusto processo, in tempi ragionevoli. È un diritto, però, anche delle parti offese. Per la famiglia Scazzi questo ritardo non era più fisiologico ma patologico. Per noi della famiglia Scazzi vedere fuori dal carcere due persone condannate all’ergastolo non per motivi che attengono al merito ma per un ritardo procedurale sarebbe stato un fallimento del sistema».

 

L'avvocato Nicodemo Gentile
L’avvocato Nicodemo Gentile

Nel caso Sarah Scazzi ora la palla passa nelle mani della difesa, composta dal professor Franco Coppi e dall’avvocato Nicola Marseglia, con la possibilità di fare ricorso entro 45 giorni dal deposito delle motivazioni e ribaltare il contenuto delle 1.277 pagine che giustificano l’operato della Corte. «Non è un lavoro agevole per i colleghi – tiene a precisare l’avvocato Gentile –. Sicuramente sono tra i più importanti d’Italia e faranno un primo ricorso che potrà essere successivamente integrato. Riuscire in 45 giorni a poter mettere su un ricorso dove si difendono persone che, fino al terzo grado, sono innocenti ma condannate all’ergastolo, non è agevole. In passato hanno fatto ottimi ricorsi, anche in Primo grado, quindi riusciranno sicuramente». In Cassazione si giocherà l’ultima partita sul caso Sarah Scazzi. «Siamo preparati allo scontro, duro e senza esclusione di colpi – ha commentato l’avvocato Nicodemo Gentile –. Noi diremo la nostra, come fatto in Primo e Secondo grado. Intanto leggiamo le motivazioni per capire la forza della sentenza. Il fatto che siano tante pagine non vuol dire nulla. La quantità di pagine non è sintomo della bontà del contenuto. Siamo però di fronte a giudici qualificati, che hanno dimostrato di saper ben governare un processo così difficile».

 

articolo di Andrea B.

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

 

 




 

Sarah Scazzi, l’avvocato Gentile: «Misura cautelare per Sabrina prorogata fino al 2017» ultima modifica: 2016-08-29T18:01:44+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!