Sara Di Pietrantonio, scatta il fermo per l’ex fidanzato

Vincenzo Paduano, ex fidanzato di Sara Di Pietrantonio, è stato fermato per l’omicidio della ragazza, trovata carbonizzata sabato notte




Alle 03:30 di domenica mattina Sara Di Pietrantonio ha mandato l’ultimo messaggio alla madre. “Sto tornando”, o qualcosa di simile. Un orario non inconsueto per una ragazza di 22 anni, con tutte le opportunità che una città come Roma può offrire il sabato sera.

sara di pietrantonio2Sara Di Pietrantonio a casa non è mai arrivata. Intorno alle 05:00 le sirene dei vigili del fuoco risuonano alla Magliana, quartiere sud di Roma. C’è un’auto che va a fuoco: è la Toyota Aygo della madre di Sara, che la giovane aveva usato per uscire. L’abitacolo è vuoto, perché il corpo della ragazza, carbonizzato, viene trovato a trecento metri dalla vettura. Un omicidio terribile che gli investigatori catalogano subito come passionale. Passano infatti poche ore e i sospetti cadono sul fidanzato, Vincenzo Paduano, guardia giurata di 27 anni. Anzi, ex fidanzato: pare infatti che i due si siano lasciati da pochi giorni, non senza uno strascico di litigi e polemiche. Gli uomini della squadra Mobile, coordinati dal procuratore Maria Monteleone, sono convinti di avere il loro uomo. Dopo diverse ore di interrogatorio è scattato il fermo.




sara di pietrantonioAd incastrare la guardia giurata sarebbe un filmato ripreso dalle telecamere di sicurezza di una fabbrica di calcestruzzi di via della Magliana. Il video, sul quale c’è il massimo riserbo, riprende l’auto di Sara Di Pietrantonio affiancata da un altro mezzo. Il conducente sale sulla Toyota e dopo un diverbio la giovane scende e scappa. Dopo circa 300 metri sarebbe stata raggiunta nel parcheggio del ristorante La Tedesca, dove sarebbe stata picchiata e strangolata, anche se i segni sul collo sono poco chiari dato lo stato del cadavere. Sì, perché l’assassino ha deciso di cancellare le proprie tracce con il fuoco, bruciando sia il cadavere sia l’auto. Due eventi distinti quindi, come suggerito dal medico legale e dal video, che riprende un uomo salire sulla Toyota, scendere e scappare con la sua auto poco prima che prenda fuoco.




Gli investigatori sono convinti di aver riconosciuto quell’uomo: sarebbe proprio Vincenzo Paduano. Le immagini delle telecamere bastano e avanzano per far scattare il fermo. Se come sembra il fermo verrà confermato, per lui scatteranno le accuse: sicuramente omicidio volontario, forse premeditato (vista l’inusuale presenza di una tanica di benzina nella sua vettura), probabilmente vilipendio di cadavere. Tutti indizi che potrebbero portare all’ergastolo: una magra, magrissima consolazione per una famiglia che ha dovuto dire addio a una ragazza di soli 22 anni.

 

articolo di Nicola Guarneri

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

Sara Di Pietrantonio, scatta il fermo per l’ex fidanzato ultima modifica: 2016-05-30T12:10:49+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!