Rinvio a giudizio per Veronica Panarello

Poche ore fa la Procura ha formulato di richiesta di rinvio a giudizio per la mamma del piccolo Loris Stival

Orazio Fidone
Orazio Fidone

Rinvio a giudizio per Veronica Panarello. Per ora è questo il primo passo sancito dalla Procura di Ragusa che ha formulato poche ore fa il rinvio a giudizio nei confronti di Veronica Panarello, agli arresti da quasi un anno con l’accusa di avere ucciso il figlio Loris Stival e di averne occultato il cadavere. È stata depositata da poco la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti della donna. A dare la notizia è lo stesso procuratore Carmelo Petralia. Oggi il Gip esamina quanto depositato per poi determinare una data e stabilire quando avverrà l’udienza preliminare. Negli ultimi giorni sul caso della morte di Loris Stival si erano riaccese le polemiche contro Veronica Panarello, dopo che quest’ultima aveva accusato il marito di avere un’amante, gettando ombre sui fatti di quel 29 novembre 2014 quando Loris Stival, di soli 8 anni, non venne trovato davanti la scuola di Santa Croce Camerina. Il rinvenimento del suo corpo si verificò alle 17:00 dello stesso 29 novembre da parte del cacciatore, Orazio Fidone, aprendo la strada alle indagini degli inquirenti.

La posizione del cacciatore Orazio Fidone è stata archiviata pochi giorni fa, eppure sul suo conto sarebbe stato utile

Francesco Bruno
Francesco Bruno

indagare in modo più approfondito, così come il professore Francesco Bruno aveva suggerito in un’inedita intervista a Cronaca&Dossier. «Quello che è successo con il cacciatore è un po’ anomalo e ciò deve farci chiedere il perché – aveva spiegato il celebre psichiatra forense prof. Bruno –. Il cacciatore dice di avere avuto un’intuizione. Io faccio lo psichiatra e so per certo che le nostre intuizioni sono dei movimenti mentali che avvengono sulla base di precedenti. Quindi ci sono dei precedenti inconsci, che forse il cacciatore non conosce, che l’hanno spinto ad avere questa intuizione. Lui è andato in quella zona perché lì riteneva potesse trovarsi il bambino e ha avuto ragione. Oltretutto, da quel che ho visto finora, era molto difficile vedere il corpo semplicemente passando. È evidente che il bambino è stato cercato con attenzione proprio lì dov’era, il che implica che questa intuizione è stata molto precisa. Dobbiamo chiederci essa da dove nasce». La tesi del criminologo Francesco Bruno è che Veronica Panarello sia innocente. Con il processo si apriranno le danze sulla vicenda.
Clicca qui per leggere l’importante intervista sul caso Loris Stival.

 

Rinvio a giudizio per Veronica Panarello ultima modifica: 2015-11-04T00:42:50+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!