Rikki Neave, assassino scoperto dopo vent’anni grazie a immagini 3D

 

Il piccolo Rikki Neave venne ritrovato cadavere nel 1994 nudo in un campo: pochi giorni fa la polizia ha arrestato un sospettato

Gary Rogers stava beatamente dormendo nella sua casa nel Cambridgeshire quando poche settimane fa, alle 06:55 del mattino, due poliziotti hanno suonato alla porta: «Dobbiamo parlare con sua moglie». Intervistato dal Daily Mail Mr. Rogers ha raccontato quella strana mattina: «I poliziotti hanno voluto immediatamente parlare con mia moglie, sono stati irremovibili. L’ho svegliata, ho portato i cani in cucina e ci siamo seduti sul divano».




rikki neave crime sceneLa notizia è stata sconvolgente, tanto da lasciare i coniugi «senza parole». Dopo vent’anni i poliziotti hanno arrestato un sospettato per la morte di Rikki Neave, figlio di Ruth. Rikki morì nel 1994 in circostanze mai chiarite: aveva sei anni e fu ritrovato nudo in un campo. Fu visto per l’ultima volta il giorno prima di morire, il 28 di novembre, mentre andava a scuola a Peterborough: i suoi vestiti – una giacca, una camicia bianca e i pantaloni della scuola – furono rinvenuti in un cassonetto poco distante.




imageAll’epoca dei fatti venne arrestata proprio la madre Ruth, poi scagionata dall’assassinio ma condannata a sette anni per maltrattamenti ai suoi figli, Rikki compreso. Seppure ai coniugi non sia stato detto il nome del sospettato, ciò che fa scalpore è l’età: «Tutto quello che ci hanno detto è che è un uomo di Peterborough sui trenta». Ciò lascia intendere che nel 1994 il presunto assassino fosse poco più che un bambino, di qualche anno più vecchio di Rikki Neave.





Seppur non siano stati rilasciati particolari sulle indagini, un ruolo fondamentale per risolvere l’ennesimo cold case è arrivato dalla tecnologia; in particolare, gli investigatori «hanno utilizzato immagini 3D per la prima volta. Sono stati in grado di fotografare la scena del crimine e riportarla indietro a come sarebbe apparsa nel 1994» ha raccontato ancora Mr. Rogers. Una grande speranza per tutti i casi ancora aperti e per tutte quelle famiglie che attendono giustizia per i loro cari.

 

articolo di Nicola Guarneri

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

Rikki Neave, assassino scoperto dopo vent’anni grazie a immagini 3D ultima modifica: 2016-04-20T11:18:47+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!