Prato e Foffo, scatta l’ora dell’incidente probatorio

Nominati 15 tra consulenti ed esperti: da oggi via alle analisi su DNA, impronte, telefonate e messaggi tra Prato e Foffo nelle ore dell’omicidio






ris carabinieriSono ore determinanti, oggi 5 aprile 2016, per comprendere appieno cosa è successo realmente al decimo piano di via Igino Giordani, periferia di Roma, nei giorni che hanno immediatamente preceduto e seguito l’atroce assassinio del 23enne Luca Varani ad opera di Manuel Foffo e Marco Prato. Il materiale è a disposizione degli inquirenti per cercare di fare luce una volta per tutte sulle folli dinamiche seguitesi nell’arco di pochi giorni: le tracce di DNA e le impronte prelevate dall’appartamento, i video, le telefonate e i messaggi nelle chat, le droghe consumate in quantità massiccia dai due ragazzi, la saliva sui bicchieri.

 

 

Foffo
La vittima Luca Varani

Tutti elementi utili negli esami tecnico-scientifici accorpati in unico incidente probatorio per accelerare i tempi di un indagine che ha già trovato i principali colpevoli ma che deve ancora fare luce su molteplici zone d’ombra. Al vaglio degli inquirenti ci sono ad esempio le chiamate e i messaggi scaturiti dai telefoni di Marco Prato e Manuel Foffo nelle ore immediatamente seguenti alla morte del giovane Luca Varani. L’ipotesi è che vi possano essere soggetti terzi coinvolti nell’omicidio avvenuto ormai più di un mese fa: è possibile che ci sia qualcuno, tra le persone contattate, che è giunto nell’appartamento potendo così vedere il corpo martoriato avvolto nelle lenzuola? Gli inquirenti si chiedono inoltre a quante persone sia stato somministrato il cocktail di droghe (e con cosa sono state tagliate le suddette droghe) che ha stordito Luca Varani al termine di un morboso party durato più di tre giorni.




Sono numerose le figure che insieme al RIS cercheranno di fare chiarezza sugli avvenimenti di via Giordani. Tra periti del Gip, esperti al fianco del pm Francesco Scavo e i consulenti degli avvocati Michele Andreano (per Manuel Foffo) e Pasquale Bartolo (per Marco Prato) il numero totale è di 15 persone. Gli esami tecnici permetteranno agli inquirenti di orientarsi meglio una volta tornati sulla scena del crimine.

 

Da sinistra, Manuel Foffo e Marc Prato
Da sinistra, Manuel Foffo e Marco Prato

Riguardo al coinvolgimento di altri soggetti nell’uccisione di Luca Varani sono state interrogate in questi giorni numerose persone potenzialmente informate sui fatti, tra cui Alex, il pugile 34enne recatosi a casa di Foffo il giorno prima di Varani e scampato al massacro. A tal proposito, si cerca di fare chiarezza anche sull’enigmatico profilo psicologico di Foffo e Prato, in modo da poter trovare una spiegazione e ricostruire la dinamica alla base dell’inaudita violenza scatenatasi nella notte tra il 4 e il 5 marzo scorso. In questo modo sarà possibile valutare anche l’aggravante della premeditazione.

 

articolo di Gianmarco Soldi

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram



Prato e Foffo, scatta l’ora dell’incidente probatorio ultima modifica: 2016-04-05T18:35:03+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!