Omicidio Noventa, tracce biologiche nella cucina di Sorgato

Tracce positive al luminol e la pista che porterebbe a vari istituti di credito italiani: l’omicidio Noventa diventa sempre più un intricato giallo






caso noventaLe indagini sull’omicidio Noventa stanno conoscendo in questi giorni un’evoluzione che potrebbe portare rapidamente a conoscere i contorni della vicenda. L’ultima novità, pubblicata stamani da Il Mattino di Padova, riguarda le tracce biologiche che gli uomini dell’Ert (Polizia scientifica) hanno rilevato sul pavimento della cucina in casa di Freddy Sorgato, nella villetta in via Sabbioni a Noventa Padovana.

 

 

Un intero giorno di lavoro quello che lunedì si è svolto e che potrebbe dare risultati importanti per le indagini in corso. In particolare nello spazio cottura e in alcuni punti all’interno della cucina è stato rilevato materiale risultato positivo al luminol. È bene specificare che ciò non vuol dire che si tratti di macchie del sangue di Isabella Noventa. L’osservazione che deriva dall’utilizzo del luminol porta solo alla constatazione dell’esistenza di materiale biologico dentro la cucina di Sorgato, abitazione molto frequentata dall’uomo; a insospettire invece potrebbe essere la qualità di quanto rinvenuto.




LuminolQualora infatti le macchie avessero conformazione simile a quando avviene un lavaggio, come quando si pulisce con intensità per cancellare tracce importanti, allora saremmo già dinanzi ad un elemento interessante sebbene non vincolante. Infatti per avere certezza che tali macchie siano legate all’omicidio Noventa e che si tratti proprio del sangue della vittima, servirà attendere almeno un mese. Dell’accertamento si occuperà la biologa forense Dottoressa Luciana Caenazzo. Ulteriori tracce sarebbero state rinvenute anche su un bidone della spazzatura (presente all’esterno della villetta) e su alcuni oggetti utilizzati per lavori domestici.
L’individuazione di tali tracce ha fatto sì che la consulenza tecnica richiesta alla Dott.ssa Caenazzo si allarghi anche agli oggetti in questione, come disposto dal magistrato.

 

 

 

Si tratta di elementi che potrebbero dunque portare ad una svolta investigativa nell’omicidio Noventa, innanzitutto eventualmente contraddicendo l’ipotesi dello strangolamento per uccidere la donna, così come affermato dallo stesso Sorgato.
Intanto starebbe emergendo il possibile movente dell’omicidio Noventa. Secondo Il Gazzettino vi sarebbero ben otto conti correnti intestati alla vittima presso i maggiori istituti di credito cittadini e delle Poste. Dunque sempre più pezzi si aggiungono alla ricostruzione dell’omicidio Noventa, storia che da giorni appassiona l’opinione pubblica. Se le risultanze a seguito del sopralluogo dell’Ert portassero ad un esito positivo individuando sangue della vittima nella cucina di Sorgato e venisse confermate la tesi dell’omicidio Noventa dovuto a questioni di danaro, allora saremmo dinanzi ad un quadro tristemente chiaro che contraddirebbe la morte avvenuta per motivi accidentali durante un gioco erotico, catalogandolo invece il fatto come omicidio premeditato.

 

 

 

articolo di Andrea B.

Resta aggiornato su tutte le ultime novità! Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter

 




 

 

Omicidio Noventa, tracce biologiche nella cucina di Sorgato ultima modifica: 2016-03-02T15:32:12+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!