Omicidio di Pordenone: nuovo interrogatorio per la fidanzata di Giosuè

Le indagini sul duplice omicidio di Pordenone vedono gli inquirenti concentrati sulla ragazza del militare Giosuè Ruotolo

 

 

Giosuè Ruotolo, per ora l'unico indagato nel duplice omicidio di Pordenone
Giosuè Ruotolo, ad oggi l’unico indagato nel duplice omicidio di Pordenone

Continuano le novità nel duplice omicidio di Pordenone: era il 17 marzo quando Trifone Ragone e Teresa Costanza venivano freddati a colpi di arma da fuoco nella loro auto, parcheggiata nei pressi del Centro Sportivo “Crisafulli”. I due sostituti procuratori, Pier Umberto Vallerin e Matteo Campagnaro, si sono recati a Somma Vesuviana per parlare con la fidanzata di Giosuè Ruotolo, ex commilitone di Trifone Ragone. È la terza volta che la ragazza viene ascoltata, forse in seguito a nuove informazioni raccolte dagli inquirenti. Le direzioni delle indagini sembrano chiare: i due sostituti procuratori infatti stanno interrogando sempre più persone a Somma Vesuviana, il paese natale di Ruotolo. Molti gli amici del militare interrogati, anche quelli con cui non aveva rapporti da diversi anni. Forse alla base della decisione degli inquirenti sono le dichiarazioni di una titolare di una lavanderia della città, che smentisce la versione di Ruotolo secondo cui lui e Trifone non si vedevano da diverso tempo. Intervistata da Mattino 5 la titolare ha sostenuto di aver visto più volte i due insieme, anche nel suo locale: «Sì li ho visti, in maniera separata sì, venivano spesso qui in lavanderia. Li ho anche visti tutti e tre insieme in un centro commerciale, circa un anno e mezzo fa, con loro c’erano anche altre sette o otto persone».

 

 

Ruotolo sarebbe entrato nel mirino degli inquirenti in seguito a una traccia di DNA trovata sulla sua giacca dal Ris; sulla natura di questa traccia di DNA si è espresso il legale di Ruotolo, l’avvocato Rigoni Stern, contattato dalla redazione di Mattino 5 nel corso della trasmissione: «Non ci è dato sapere di chi sia questo DNA misto, quindi è difficile stabilire verso quale orientamento vadano gli eventi e le indagini».

Nei giorni scorsi Cronaca&Dossier aveva anticipato la notizia con un’intervista alla genetista forense D0ttoressa Marina Baldi, consulente della famiglia Ragone. Come ha affermato la Dott.ssa Baldi, nei confronti di Ruotolo «sono state individuate e prelevate alcune tracce biologiche interessanti».

Redazione Cronaca&Dossier
Seguici con un “Mi Piace” su Facebook e Twitter

 

 

Omicidio di Pordenone: nuovo interrogatorio per la fidanzata di Giosuè ultima modifica: 2015-12-02T15:14:11+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!