Noventa, nuova testimonianza: torna l’ipotesi del gioco erotico?

«Freddy sembrava avesse trascorso una notte di alcol e sesso sfrenato» ha detto l’ultimo presunto testimone del caso Noventa

 




 

Il laghetto di Padova Est
Il laghetto di Padova Est dove si sono svolte parte delle ricerche del cadavere

Il vantaggio di non far ritrovare un corpo è quello di non dare punti di riferimento, certezze agli investigatori. Lo sa bene Freddy Sorgato, accusato assieme alla sorella Debora e a Manuela Cacco di omicidio in concorso e dell’occultamento di cadavere ai danni di Isabella Noventa. L’assenza del corpo gli permette di far sì che ogni ragionevole teoria possa restare in piedi, compresa quella del gioco erotico finito male. A quest’ultima ipotesi la Procura non ha mai seriamente creduto, sebbene non sia possibile escluderla, ed ora a complicare le cose ci pensa una testimonianza.

 

 

caso noventa
Isabella Noventa e Freddy Sorgato

A fornire più dettagli circa la notizia già data in parte a Quarto Grado venerdì scorso è Il Gazzettino di Padova, il quale riporta quanto avrebbe affermato una donna le cui generalità per ora non sono note. Il giorno dopo la scomparsa di Isabella Noventa, Freddy Sorgato si sarebbe recato presso casa di una famiglia di Vigonza e lì sarebbe stato notato lo strano comportamento dell’uomo.

«Era sconvolto ‒ ha detto la presunta testimone ‒ non sembrava nemmeno lui. Aveva lo sguardo perso nel vuoto e pronunciava frasi senza senso. Non mi era mai capitato di vederlo in quello stato così pietoso. Non ho avuto il coraggio di chiedergli cosa gli fosse capitato, ma era evidente che fosse psicologicamente poco lucido. Sembrava avesse trascorso una notte di alcol e sesso sfrenato».

 




 

sangue noventaSe da una parte la testimonianza rafforza l’impianto accusatorio nei confronti di Sorgato, dall’altro complica in parte le cose. L’espressione «sembrava avesse trascorso una notte di alcol e sesso sfrenato» porta alla memoria quanto lo stesso Freddy Sorgato aveva detto in merito alla fine della povera Isabella Noventa, ovvero che quest’ultima fosse morta in seguito ad un gioco erotico finito male.

 

 

caso noventa
Manuela Cacco

A questa versione neanche il fratello della vittima, Paolo Noventa, ha mai creduto. Tuttavia, forse qualcosa di vero potrebbe esserci. Forse non si era trattato di un gioco erotico bensì di un festino finito male? Oppure c’è dell’altro che ancora sfugge in questa storia?

Finora le parole di Manuela Cacco, che aveva parlato di un’aggressione in casa Sorgato da parte di Debora nei confronti di Isabella Noventa, non hanno trovato riscontro nelle ricerche degli agenti della Scientifica: solo due tracce biologiche sono state rinvenute nella villa di Freddy ed ancora non è dato sapere se appartengono a Isabella Novente oppure no. Insomma, tutto ancora in alto mare e l’ultima presunta testimonianza potrebbe complicare non poco il gioco dell’accusa nell’ottica di un omicidio premeditato.

 

 
articolo di Giulio Bini

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

 



Noventa, nuova testimonianza: torna l’ipotesi del gioco erotico? ultima modifica: 2016-06-20T16:22:52+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!