Noventa, perquisito l’armadietto dell’ex compagno di Debora

Gli agenti della Mobile sono entrati nell’ufficio del maresciallo ed ex compagno di Debora Sorgato, indagata per il caso Noventa, alla ricerca di documenti

 




 

noventa
Isabella Noventa

Non è una svolta nel caso ma forse un elemento che potrebbe aggiungere particolari interessanti al caso di Isabella Noventa, 55enne padovana scomparsa il 15 gennaio scorso. Si apprende dai quotidiani padovani che ieri mattina al secondo piano del Comando provinciale dei Carabinieri è stato perquisito l’armadietto del maresciallo Giuseppe Verde, ex compagno di Debora Sorgato. L’operazione degli uomini della Squadra Mobile avrebbe avuto l’obiettivo di acquisire documenti del sottufficiale in merito al rapporto intrattenuto con Debora Sorgato. La donna è infatti indagata per la scomparsa di Isabella Noventa. Assieme a lei anche Manuela Cacco e Freddy Sorgato sono tirati in ballo in una storia che ancora non vede chiariti tutti i punti, a partire dal luogo dove si trovi il cadavere.

 

isabella-noventa-omicidio-freddy-sorgato-4
Freddy Sorgato, Debora Sorgato e Manuela Cacco

Giuseppe Verde è l’ex compagno di Debora Sorgato e ad oggi è indicato dagli inquirenti come persona informata sui fatti, non certo indagato. Proprio grazie alla sua segnalazione si deve il ritrovamento, il mese scorso, di 124 mila euro in mazzette in un armadio all’interno della casa di Debora Sorgato e che entrambi condividevano. Oltre al denaro, gli uomini delle Forze dell’ordine avevano sequestrato anche due pistole mai denunciate con relative munizioni avvolte all’interno di un piumone. Le due armi erano una “Astra” calibro 9 per 21 con 51 munizioni e una “Beretta” calibro 7,65 con colpo in canna e 71 cartucce. Un ritrovamento che ha portato alle accuse nei confronti di Debora Sorgato per riciclaggio e detenzione illecita di armi. Cosa c’entri la perquisizione di ieri con la scomparsa di Isabella Noventa è ancora tutto da chiarire. Per ora gli inquirenti si sono limitati a comunicare la posizione di Giuseppe Verde.

 




 

Il laghetto di Padova Est
Il laghetto di Padova Est

Intanto si cerca il corpo di Isabella Noventa alla luce delle ultime informazioni, dopo che il legale della famiglia Noventa, l’avvocato Gian Mario Balduin, pochi giorni fa ha portato agli inquirenti una missiva anonima da lui ricevuta e che conterrebbe la posizione del cadavere. In particolare, il corpo di Isabella Noventa si troverebbe in fondo a un laghetto di Padova Est. Nella lettera si parlerebbe anche di un altro posto, poco distante. Ancora una volta è stato l’avvocato Balduin a confermare spiegando: «L’altro luogo indicato nella lettera è poco più avanti, a 500 metri da qui: l’Ippodromo Le Padovanelle, lì c’è un ristorante a noi tristemente noto, dove ci fu una rapina sanguinaria. Da anni è chiuso per fallimento e Debora Sorgato (secondo la lettera) vi ha lavorato come addetta alla pulizie, quindi conosce bene la zona».
Si attendono ora le dovute verifiche sperando finalmente di chiudere almeno il capitolo che riguarda l’angosciosa ricerca del corpo di Isabella Noventa.

 

articolo di Andrea B.
Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

 



Noventa, perquisito l’armadietto dell’ex compagno di Debora ultima modifica: 2016-04-29T16:18:40+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!