Meredith Kercher, oggi il film in anteprima mondiale

Al Lucca Film festival va oggi in scena Ballad in Blood, il film di Ruggero Deodato ispirato al caso di Meredith Kercher

«I giudici non hanno trovato l’assassino, così l’ho castigato io». Non si nasconde dietro una finta scritta Ruggero Deodato, il regista del controverso Cannibal Holocaust, che torna al cinema dopo 22 anni con un film sull’omicidio di Meredith Kercher. Non sarà il titolo Ballad in Blood o l’avvertimento iniziale “ogni riferimento a fatti e personaggi realmente esistiti è puramente casuale” a distogliere l’attenzione dello spettatore: gli attori sono stati accuratamente scelti per richiamare il delitto di Perugia. Non comparirà solo Meredith Kercher (Elizabeth nel film), ma anche Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudy Guede, quest’ultimo l’unico condannato in via definitiva per l’omicidio della studentessa inglese.




foto-scena-del-film-1Il film nasce come un vero e proprio thriller: «Praticamente ci sono i protagonisti che si svegliano una mattina e si trovano con un cadavere nell’appartamento dove hanno dormito, ma non sanno chi ha ammazzato la persona senza vita lì con loro» spiega Deodato al Fatto Quotidiano. Chi ha ucciso Meredith quindi? Può un film arrivare alla verità e risolvere un caso la cui eco mediatica è stata superata solo dal numero di processi e udienze? Non è questo il fine di Deodato: « Il caso reale mi ha ispirato e so che i giudici non hanno trovato l’assassino. Così l’ho castigato io nella mia testa e con la mia storia».




meredith_kercherCome spiega il regista, talvolta la realtà supera la fantasia: molti casi italiani sarebbero adatti a una rappresentazione cinematografica. «In Italia ci sono talmente tanti delitti di cui non si sa mai il colpevole che si perde il conto. Guardate il caso di Yara. La cronaca nera mi ha sempre attirato, anche se un film sul caso Foffo sarebbe impossibile anche per me. Ricordo che quando ero piccolo la cameriera che avevano in casa i miei genitori mi leggeva i casi di nera sfogliando i giornali cartacei».




Ballad in Blood riporta sul grande schermo l’omicidio di Meredith Kercher, un caso che ha tenuto gli italiani incollati ai notiziari dal 2007 fino allo scorso anno. Deodato forse non accontenterà chi non crede alla colpevolezza di Rudy Guede, ma consegnerà agli spettatori l’assassino di Elizabeth.

 

articolo di Nicola Guarneri

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

Meredith Kercher, oggi il film in anteprima mondiale ultima modifica: 2016-04-05T11:19:10+00:00 da info@cronacaedossier.it

One thought on “Meredith Kercher, oggi il film in anteprima mondiale

  • 5 aprile 2016 at 14:21
    Permalink

    dovremmo rifiutarci di andare a vedere questo film…….è stata assolta ma non le credo . Intanto è morta una povera ragazza ed hanno trovato il capro espiatorio……non ci sto e vorrei aprire anche gli animi delle altre persone su questa realtà ed evitare che faccia anche incassi ,oltre al risarcimento avuto per la detenzione, a suo dire ingiusta.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!