Mercato delle armi: ecco cosa succede in Italia

Nella seconda parte dell’inchiesta del mese Cronaca&Dossier studia in profondità le dinamiche del mercato delle armi in Italia

Non solo scandalo Lockheed: Cronaca&Dossier nella seconda parte dell’inchiesta del mese si occupa di indagare a fondo sul mercato delle armi italiano. Come ogni altro mercato ci sono tre dinamiche bene precise ricostruite dai nostri esperti in tre diversi articoli, riguardo la produzione, la vendita e l’acquisto di armi.




Armi made in Italy: progettazione e realizzazione

di Paolo Mugnai

0Crisi? E cos’è la crisi? Se c’è un mercato che non ha risentito della flessione economica è proprio quello delle armi, più florido che mai. Le guerre che si stanno combattendo nelle varie parti del mondo mantengono alta la domanda di un prodotto che comunque ha un grande mercato anche al di fuori dei conflitti: basta pensare alle aziende di punta del mercato italiano, come Beretta o Benelli, le cui armi sono utilizzate anche per fini sportivi. Particolare menzione anche per Finmeccanica, azienda con partecipazione statale che si differenzia in quattro settori produttivi: Elicotteri, Aeronautica, Elettronica Difesa e Sistemi di Sicurezza, Spazio. (leggi qui l’articolo completo)




L’Italia che vende le armi: ecco la lista dei clienti

di Nia Guaita

infografica-Export-armiBusiness sì, ma anche un grosso problema. Quello della vendita delle armi è forse oggi uno dei maggiori problemi del pianeta: ogni anno c’è una nuova guerra e il mercato delle armi è sempre più florido. Ecco perché il mercato dovrebbe essere regolato da qualcosa di più della convenzione di Ottawa, sottoscritta da 162 stati ma non dai maggiori esportatori (USA, Russia, Cina e India). E le armi italiane? Cosa produciamo e dove vanno a finire? (leggi qui l’articolo completo)




Difesa italiana, ecco quanto costa importare armi

di Gelsomina Napolitano

AgustaWestland AW139Non solo produzione ed esportazione: il mercato delle armi italiano prevede anche sostanziosi esborsi per il Ministero della Difesa. L’articolo di Gelsomina Napolitano esamina a fondo i programmi del Ministero per i prossimi anni evidenziando non solo le ingenti spese ma anche che non è prevista alcuna riduzione, anzi: nel 2017 è previsto l’acquisto di altri aerei tanto che la spesa complessiva del programma militare supera i 13 miliardi di euro. Con buona pace di chi parla di crisi (leggi qui l’articolo completo).

 

Nel sito di Cronaca&Dossier ogni giorno notizie e aggiornamenti sui casi più importanti di cronaca nera, Isis e guerra al Terrorismo.

Seguici con un Mi Piace su Facebook e Twitter

Mercato delle armi: ecco cosa succede in Italia ultima modifica: 2016-02-17T18:42:49+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!