Massacro del Circeo: perché tardano i risultati sul Dna di Ghira?

A febbraio erano attesi i risultati per il caso Ghira, l’uomo del massacro del Circeo, che però ancora mancano. Ecco perché non si sa nulla sul Dna

 

 




 

 

Andrea Ghira
Andrea Ghira

Cresce l’attesa di conoscere quale corpo sia conservato nel piccolo cimitero di Melilla (Marocco), se quello di Andrea Ghira che prese parte al tristemente famoso massacro del Circeo nel 1975 oppure di un’altra persona. La riesumazione avvenuta il 15 gennaio di quest’anno aveva portato all’ipotesi che sarebbe stato necessario circa un mese per ottenere i risultati dall’estrazione del Dna. Ad oggi però quei risultati ancora non ci sono. Cosa è successo? Così come a gennaio scorso, abbiamo contattato la Dottoressa Marina Baldi, genetista forense che già ha seguito tanti casi importanti e considerata una delle genetiste forensi più importanti in Italia. Il caso di Andrea Ghira, nell’ambito del massacro del Circeo, è tra le vicende trattate che tratta in qualità di consulente, stavolta nominata da Letizia Lopez (sorella di Rosaria Lopez vittima nel massacro del Circeo), con Stefano Chiriatti in qualità di avvocato.

 

Dott.ssa Marina Baldi
Dott.ssa Marina Baldi

Alla Dott.ssa Marina Baldi abbiamo chiesto come mai dopo un mese dal prelievo del campione utilizzato per l’estrazione del Dna ancora non ci sono risultati. Dal punto di vista tecnico «l’estrazione del Dna da un osso è un procedimento molto complesso in quanto le molecole sono inserite nelle trabecole ossee che devono essere decalcificate ‒ ha fatto sapere la consulente e genetista forense ‒. Inoltre è necessario utilizzare kit di amplificazione molto sensibili perché il quantitativo di Dna può essere molto ridotto o può essere degradato». Di solito, quando si parla di casi così importanti come questo legato al massacro del Circeo, la prima idea è che ci sia qualche “mistero” da tenere nascosto, da non rivelare. In realtà il ritardo è dovuto a questioni puramente tecnico-scientifiche, ma soprattutto legate alla buona riuscita dell’intera operazione per evitare che possano esserci in futuro punti lasciati in sospeso.Questo in sintesi è il parere della Dott.ssa Baldi che fa sapere: «Credo che i consulenti del Pubblico Ministero stiano applicando le varie tecniche per ottenere i risultati migliori e non discutibili».

 

 




 

 

massacro del circeoPer raggiungere tale scopo «probabilmente sono stati necessari tempi lunghi per l’utilizzo di più di un kit di amplificazione, per trovare quello giusto». Alla domanda se è possibile fare una previsione ulteriore dei tempi di attesa per conoscere il responso su quale corpo sia sepolto a Melilla, la genetista forense preferisce non sbilanciarsi.
«È difficile fare una previsione, però in linea di massima non credo ci vorrà più di qualche settimana». Insomma, a breve potremmo avere i risultati per chiudere per sempre questa storia oppure aprire un nuovo complicato capitolo nel caso Andrea Ghira, ultimo capitolo del più complesso massacro del Circeo che costò la vita a Rosaria Lopez il 30 settembre 1975.

 

articolo di Andrea B.

Resta aggiornato sulle pubblicazioni di Cronaca&Dossier, seguici con un Mi Piace su Facebook e Twitter

 

 

Massacro del Circeo: perché tardano i risultati sul Dna di Ghira? ultima modifica: 2016-03-07T16:18:37+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!