L’avvocato Villardita: «Confronto Panarello-Stival? Secondo Procura non è utile»

Per la Panarello sempre meno possibilità di affermare la propria tesi: «La Procura non ha ritenuto utile il confronto» fa sapere l’avvocato Villardita

 




 

panarello
Veronica Panarello

«Devo dirlo con grande sorpresa, noi abbiamo fatto la richiesta di confronto ma la Procura non l’ha ritenuta utile e quindi l’ha immediatamente respinta, ritenendo che allo stato non risulterebbe utile per potere avere uno sviluppo nelle indagini». Queste le parole di Francesco Villardita, l’avvocato difensore di Veronica Panarello. Nei giorni scorsi si era ipotizzato un confronto tra Andrea Stival e Veronica Panarello. Era stata quest’ultima a chiederlo con insistenza con l’intento di suffragare la propria tesi accusatoria nei confronti del suocero.

 

andrea stival
Andrea Stival

Un confronto all’americana che avrebbe potuto mettere in chiaro alcuni punti ed evidenziare possibili contraddizioni nel racconto di uno dei due. Invece niente da fare, la Procura ha negato ogni chance ulteriore in merito. L’amarezza è evidente per la difesa. Precisa l’avvocato Villardita: «[Il confronto, ndr] l’avevamo chiesto con insistenza, è stato respinto e noi ne prendiamo atto». L’avvocato sa bene che all’arco della difesa restano ormai solo poche frecce. Il tutto nell’attesa che si abbia un responso dopo la risonanza magnetica effettuata il 27 aprile scorso.

 




 

L'avvocato Francesco Villardita
L’avvocato Francesco Villardita

Intanto Veronica Panarello non sembra cambiare ulteriormente versione e anzi insisterebbe nelle accuse al suocero, che secondo lei avrebbe provocato la morte del piccolo Loris Stival. Affermazioni gravi che finora non hanno trovato supporto nel materiale raccolto dalla Procura, né la stessa Panarello ha mai fornito elementi a conferma. L’unico cruccio di quest’ultima era appunto il confronto, unica possibilità di generare possibili contraddizioni nella versione di Andrea Stival.
In merito al suo stato emotivo l’avvocato Villardita fa sapere che «ci è rimasta male quando le ho comunicato che non ci sarà alcun confronto. Mi ha guardato ed ha esclamato: “Ma come devo fare per farmi credere?”». Ora in realtà resta ben poco da fare. Non si può escludere che in futuro la Procura possa ritenere utile un confronto, ma il tempo è francamente sempre più tiranno dopo che la stessa difesa della Panarello aveva chiesto di valutare il rito abbreviato dopo la perizia psichiatrica.

 

«Io se fossi stato il Pubblico ministero ‒ ha concluso l’avvocato Villardita ‒ avrei accolto la richiesta della difesa perché comunque è un atto di indagine che poteva anche essere utilizzato anche nella indagine parallela nei confronti di Andrea Stival». È evidente l’interesse del legale di Veronica Panarello nell’esprimere tale giudizio, però è anche vero che nel caso Stival si è davvero tentato e detto di tutto. Il punto è che ora la strada intrapresa dalla Procura è chiara, netta, troppo per pensare di tornare indietro proprio adesso.

 

articolo di Andrea B.

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

 




 

L’avvocato Villardita: «Confronto Panarello-Stival? Secondo Procura non è utile» ultima modifica: 2016-05-24T17:45:47+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!