La verginità e il potere. Il caso Montesi e le nuove indagini

la verginità e il potere
Acquistalo

Una storia riemerge dagli archivi nazionali: è il caso Montesi, il primo grande scandalo della Repubblica Italiana e che oggi torna a far parlare di sé nell’eterno connubio tra sesso e politica. Wilma Montesi ha solo ventuno anni quando l’11 aprile del 1953 è rinvenuta cadavere sulla spiaggia di Tor Vaianica, sul litorale romano. Quel giorno segna un punto di non ritorno. Da allora clamori e scandali avrebbero caratterizzato la vicenda investendo politici di primo piano. Per la giustizia italiana Wilma Montesi muore a causa di un pediluvio finito in tragedia; in via ufficiosa sarebbe morta in seguito a un festino a base di droga e alcol con personalità eccellenti. Oggi invece emerge dagli archivi una nuova ricostruzione dei fatti.

La verginità e il potere. Il caso Montesi e le nuove indagini ultima modifica: 2015-11-27T14:20:52+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!