La famiglia Mollicone annuncia novità e nega voci riesumazione

«Daremo specifico e dettagliato contributo alle ulteriori indagini» fa sapere la famiglia Mollicone e intanto negano fortemente una possibile riesumazione

 




 

 

la famiglia molliconeSecondo l’avvocato della famiglia Mollicone Dario De Santis «la riesumazione del corpo di Serena Mollicone non è stata disposta e nell’ipotesi in cui si dovesse decidere, ciò non avverrebbe all’insaputa della famiglia». Il legale si è affrettato a smentire le voci di una imminente riesumazione del corpo di Serena Mollicone, la ragazza di Arce brutalmente uccisa nel 2001 e sulla cui morte lo scorso 14 gennaio il Gip ha decretato la necessità di nuove indagini.

 

la famiglia mollicone
Guglielmo Mollicone

Nelle ultime settimane era insistentemente girata voce della possibile riesumazione del cadavere per necessità investigative; addirittura i media hanno enfatizzato al punto da spingere la famiglia Mollicone a scendere in campo per fare chiarezza sul punto. Già lo scorso 19 gennaio era stato il papà Guglielmo a far presente in un comunicato l’esistenza di «notizie imprecise da parte dei media» su questo punto. Oggi è lo stesso avvocato De Santis a far sapere di avere avuto un incontro con il Procuratore Capo di Cassino, Luciano D’Emmanuele, il quale «ha affermato che la riesumazione non è stata disposta e nell’ipotesi in cui si dovesse decidere, ciò non avverrebbe all’insaputa della famiglia».

 




 

 

la famiglia mollicone
Avvocato Dario De Santis

Tuttavia si prevedono novità all’orizzonte ma su un altro fronte. Ad annunciarlo è la famiglia Mollicone attraverso il suo legale, il quale ha dichiarato: «Ho  fatto presente al Procuratore che, a breve, e con l’ausilio dei consulenti, il generale Luciano Garofano e la dottoressa Laura Volpini, intendo dare uno specifico e dettagliato contributo alle ulteriori indagini che devono essere eseguite. Il Procuratore si è dimostrato molto disponibile a ricevere e considerare tale contributo alle indagini, nel quadro di una opportuna collaborazione, affinché si arrivi alla individuazione dei colpevoli della morte di Serena». Dunque la famiglia stessa avrebbe deciso di fornire elementi utili per giungere al colpevole trovando parere favorevole del Procuratore.

 

Intanto è l’ipotesi della riesumazione a toccare profondamente la sensibilità della famiglia Mollicone che precisa: «Essa dovrebbe essere disposta soltanto se fosse davvero utile a fini investigativi». Nel caso, prima occorrerà valutare quale contributo potrà dare un atto del genere rispetto agli accertamenti medico-legali già compiuti e ai documenti già parte del procedimento.

Ad oggi l’unico accertamento di cui si ha notizia è solo quello del prelievo del DNA a tutti i cittadini di Arce, così come la famiglia Mollicone aveva chiesto nel dicembre 2015 (modalità già adottata nel caso Yara Gambirasio), circa seimila persone, iniziando dagli uomini per poi effettuarlo in un secondo momento anche alle donne del paese. L’indagine potrebbe poi ulteriormente allargarsi ai paesi circostanti. È dunque la famiglia Mollicone a sottolineare che tutto ciò però non prevede per ora alcuna necessità di riesumare il corpo di Serena Mollicone.

 

Redazione di Cronaca&Dossier

Seguici con un Mi Piace su Facebook e Twitter

 




 

 

La famiglia Mollicone annuncia novità e nega voci riesumazione ultima modifica: 2016-02-01T16:12:48+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!