Isabella Noventa, trovati 124 mila euro a casa di Debora Sorgato

A casa di Debora Sorgato trovate due pistole e numerose munizioni insieme a del denaro; quale legame c’è con il caso di Isabella Noventa?

 




 

Beretta_70_7.65
Esempio di Beretta calibro 7.65

Sono di poche ore fa le notizie trapelate dall’indagine sulla morte di Isabella Noventa: la Polizia ha rinvenuto 124 mila euro in mazzette in un armadio all’interno della casa di Debora Sorgato, condivisa con il compagno, Maresciallo dei carabinieri. Oltre al denaro gli uomini delle forze dell’ordine hanno sequestrato anche due pistole mai denunciate con relative munizioni, avvolte all’interno di un piumone. Le due armi sono una “Astra” calibro 9 per 21 con 51 munizioni e una “Beretta” calibro 7,65 con colpo in canna e 71 cartucce. La perquisizione sarebbe avvenuta dopo che lo stesso compagno della Sorgato ha segnalato la presenza di scatoloni dentro l’abitazione. Sono state dunque avviate ulteriori indagini per risalire alla provenienza delle due pistole, mentre sulla figura di Debora Sorgato cominciano ad allungarsi nuove ombre: la sorella del reo confesso omicida di Isabella Noventa è ora indagata anche per riciclaggio e detenzione illecita di armi. Nei suoi confronti è stato infatti aperto un ulteriore fascicolo, che va ad aggiungersi all’inchiesta che già la vede tra gli indagati per l’assassinio di Isabella Noventa insieme a Manuela Cacco (la tabaccaia arrestata con l’accusa di aver concorso nell’omicidio ) e, appunto, al fratello Freddy.

 

isabella-noventa-omicidio-freddy-sorgato-4È ormai noto come quest’ultimo abbia ammesso le sue colpe, parlando tuttavia di un drammatico incidente erotico in seguito al quale avrebbe gettato il corpo ormai esanime della ex compagna nelle acque del fiume Brenta. Secondo gli inquirenti, però, l’omicidio potrebbe essere avvenuto all’interno dell’abitazione dell’uomo, precisamente in cucina. L’avvocato della famiglia di Isabella Noventa, inoltre, ha ipotizzato che il cadavere della donna possa essere stato occultato in una cisterna, utilizzata da Sorgato nel suo mestiere di trasportatore e scomparsa pochi giorni dopo l’apertura delle indagini.

 

 




 

 

caso noventa
Isabella Noventa e Freddy Sorgato

Mentre le ipotesi vanno accavallandosi col susseguirsi delle settimane, le indagini sulla morte della Noventa proseguono su svariati fronti: ieri è stata interrogata in carcere Manuela Cacco. Il sostituto procuratore Giorgio Falcone e il vice questore Giorgio Di Munno avrebbero tentato di spingere la donna a ricostruire gli eventi della sera del 15 gennaio, ma, alla conclusione dell’interrogatorio, l’avvocato della Cacco ha dichiarato: «Non c’è stata alcuna confessione. Manuela Cacco ha solo ribadito di non aver mai visto il corpo di Isabella Noventa e ancor meno di sapere che fine abbia fatto», aggiungendo inoltre che «Manuela Cacco ha risposto alle domande del Pm e ha fatto alcune precisazioni sulle sue dichiarazioni già rese nelle scorse settimane, niente di più».

 

Da quanto trapelato, quindi, la tabaccaia avrebbe confermato la versione precedentemente rilasciata agli inquirenti: quella sera di gennaio avrebbe acconsentito di partecipare alla messinscena pensata da Freddy Sorgato camminando per il centro di Padova con addosso un giubbotto bianco appartenente alla vittima.

La notizia delle ultime ora rappresenta però una novità parzialmente inaspettata: il ritrovamento dei 124 mila euro e delle armi non denunciate è una scoperta che potrebbe infatti aprire nuovi scenari sulla morte di Isabella Noventa.

 

articolo di Gianmarco Soldi

Resta aggiornato su tutte le ultime novità! Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter

 

 




 

 

 

Isabella Noventa, trovati 124 mila euro a casa di Debora Sorgato ultima modifica: 2016-03-08T17:03:17+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!