Isabella Noventa, prime verità sul movente del delitto?

Mentre gli inquirenti cercano il corpo di Isabella Noventa spuntano particolari sui soldi di famiglia e l’insofferenza di Debora per la vittima




maresciallo-Verde-300x300
Maresciallo Giuseppe Verde

Le indagini sulla fine di Isabella Noventa non possono fermarsi e gli inquirenti usano tutti i mezzi possibili per giungere alla verità. L’ultima “arma” al servizio di chi indaga, in ordine di tempo sono le parole del maresciallo Giuseppe Verde sotto indagine con l’accusa di per violazione del segreto d’ufficio e accesso abusivo alla banca dati delle Forze dell’ordine.

L’episodio risale al 19 maggio scorso quando il maresciallo era stato interrogato per quattro ore. In quella sede, si apprende solo ora, l’uomo avrebbe parlato soprattutto dei rapporti intercorsi tra la sorella di Freddy Sorgato e la vittima. «Debora non vedeva di buon occhio Isabella – avrebbe detto Giuseppe Verde secondo indiscrezioni riportate da Giallo e ripreso da quotidiani padovani –. Non la sopportava e non aveva una buona considerazione di lei. L’ho capito da diversi atteggiamenti che in questi anni ha avuto nei suoi confronti e da quanto mi è stato riferito dalla stessa Debora».




isabella noventa
Debora Sorgato

La presunta intolleranza di Debora Sorgato nei confronti della vittima sarebbe nata dalla paura che i beni di famiglia venissero prosciugati dal rapporto tra Isabella Noventa e Freddy Sorgato. Potrebbe essere questa una motivazione importante che, qualora gli inquirenti riuscissero a rafforzare con validi elementi, potrebbe disegnare un quadro preciso sulle ragioni del possibile omicidio della 55enne padovana. Secondo il maresciallo Verde, ex compagno della sorella di Freddy, «Debora non tollerava Isabella» asserendo che proprio Debora gli avrebbe fatto tale confidenza.

 

 

caso noventa
Isabella Noventa e Freddy Sorgato

La troppa “disponibilità” di Freddy nei confronti di Isabella Noventa e le buone condizioni economiche della famiglia Sorgato, anche alla luce di quanto gli inquirenti stanno scoprendo in merito ai conti di Freddy, potrebbero risultare un valido pretesto per mettere in atto azioni violente nei confronti di Isabella Noventa. Cene, regali e attenzioni da parte di Freddy non sarebbero andate giù alla sorella di quest’ultimo.

 

 

isabella noventaSe questa fosse la verità, allora potrebbe esserci un legame con quanto affermato da Manuela Cacco, anche lei accusata di aver fatto parte della combriccola implicata nella sparizione e nella morte di Isabella Noventa. La Cacco aveva detto che quest’ultima sarebbe stata uccisa a martellate colpita da Debora Sorgato. Questa la versione espressa il 7 marzo scorso al pm Giorgio Falcone e al capo della Mobile Giorgio Di Munno. Tutto sarebbe avvenuto nella cucina di casa Sorgato, ma le analisi del RIS finora non hanno individuato tracce utili a sostenere questa tesi.

 

Agli inquirenti servono riscontri e per ora ce ne sono ben pochi, dunque tutto rischia di restare sospeso nel nulla. Intanto in questi giorni c’è stato un nuovo sopralluogo trovando elementi forse interessanti quali materiale biologico nella camera da letto di Freddy Sorgato e sulla carriola nella sua villetta. E intanto le ricerche del corpo di Isabella Noventa continuano, convinti che prima o poi qualche elemento forte debba per forza emergere dalle indagini di questi giorni.

articolo di Giulio Bini

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

Isabella Noventa, prime verità sul movente del delitto? ultima modifica: 2016-06-03T10:49:50+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!