Isabella Noventa, le lettere anonime causa della violazione della banca dati?

Il maresciallo voleva capire cosa c’era dietro le denunce di Isabella Noventa; nel frattempo sentite le ex di Freddy Sorgato

Inizia a districarsi il mistero intorno alla morte di Isabella Noventa, la segretaria di Albignasego uccisa da Freddy e Debora Sorgato lo scorso 15 gennaio. Le ricerche degli inquirenti si sono concentrate sul ruolo di Debora, sempre più deus ex machina di questo terribile omicidio.

isabella noventaPer cogliere a fondo le ultime novità bisogna fare un passo indietro, allo scorso autunno. Per diversi mesi Isabella Noventa ricevette lettere anonime, piene di minacce e insulti personali. La segretaria, che all’epoca era già compagna di Freddy, ricevette anche diverse telefonate finalizzate a rovinare la sua relazione. Da qui la decisione della Noventa di portare le lettere ai carabinieri per denunciare l’accaduto.




maresciallo-Verde-300x300Dagli ultimi accertamenti degli inquirenti, che hanno perquisito l’armadietto di servizio di Giuseppe Verde, il maresciallo compagno di Debora Sorgato, sarebbe emersa la causa della violazione della banca dati scoperta qualche settimana fa. Verde avrebbe cercato il contenuto delle denunce di Isabella su richiesta della compagna, che temeva di essere stata scoperta. Parecchi indizi suggeriscono sia stata proprio lei a inviare le lettere alla defunta segretaria, molto probabilmente con l’aiuto di Manuela Cacco, la tabaccaia amante di Freddy Sorgato, che aveva tutte le ragioni per volere una fine della relazione.




caso noventaÈ una scheda telefonica ad incastrare la Cacco: sono partite da un numero intestato a lei le varie telefonate di minacce a Isabella Noventa. Nonostante la collaborazione con gli inquirenti pare ormai assodato il coinvolgimento della Cacco, che nonostante non si trovasse sulla scena del delitto ha comunque collaborato attivamente, come dimostrano le telefonate. Vana sarebbe risultata la denuncia di smarrimento della sim, avvenuta un mese dopo le telefonate e non giudicata dagli inquirenti come credibile.




isabella-noventa-omicidio-freddy-sorgato-4Se gli inquirenti riusciranno a dimostrare che l’odio da parte di Debora Sorgato verso Isabella Noventa ha radici lontane potrebbe essere un grosso successo per l’accusa, che punta a dimostrare che il delitto è stato ampiamente premeditato. Resta tuttavia da scoprire dove sia il cadavere, unico modo per accertare come sia effettivamente morta Isabella. Se le ricerche nel laghetto di Padova Est si sono rivelate infruttuose, gli agenti della Mobile stanno correndo ai ripari: hanno contattato le ex di Freddy Sorgato e le amiche di Isabella per conoscere i gusti sessuali dei due. Freddy ha infatti dichiarato di aver ucciso la compagna a causa di un gioco erotico finito male, tesi poco credibile agli occhi del giudice. Sia le ex sia la amiche di Isabella hanno smentito Sorgato, che pare non avesse vizi o gusti particolari in ambito sessuale. Risulta sempre più credibile quindi la confessione di Manuela Cacco, che vedrebbe Isabella Noventa uccisa nella cucina dei Sorgato con un colpo di martello.

 

articolo di Nicola Guarneri

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

Isabella Noventa, le lettere anonime causa della violazione della banca dati? ultima modifica: 2016-05-12T12:37:46+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!