Fortuna Loffredo, l’ombra della pedopornografia dietro l’omicidio

Ci sarebbe la pedopornografia dietro l’omicidio di Fortuna Loffredo, punta dell’iceberg di un’inchiesta che potrebbe espandersi a macchia d’olio




Si potrebbe aprire una nuova, oscura pagina nel libro del delitto di Fortuna Loffredo. Come se le circostanze non fossero già abbastanza tragiche: la piccola morì il 24 giugno di due anni fa dopo essere precipitata dall’ottavo piano di un palazzo nel Parco Verde di Caivano.

Raimondo CaputoAttualmente è in carcere Raimondo Caputo, che continua a cambiare versione della storia. Prima ha accusato la compagna, Marianna Fabozzi: «È stata Marianna ad uccidere Fortuna, come ha fatto anche per il figlio», poi ha deciso di tirare in ballo anche la piccola figlia, che era amica di Fortuna Loffredo. Dichiarazioni che nonostante il continuo cambio di versione hanno spinto gli inquirenti a fissare un interrogatorio per il 9 giugno sulla morte di Antonio Giglio, il figlio della Fabozzi precipitato dal settimo piano dello stesso palazzo circa un anno prima di Fortuna Loffredo.




Fortuna LoffredoIeri è intervenuto il legale di Raimondo Caputo, l’avvocato Paolino Bonavita, che da una settimana difende il presunto assassino. Attraverso le pagine de Il Mattino ha sottolineato la pista investigativa spuntata dalle indagini del pool dei difensori: «Nel corso delle indagini difensive ci siamo imbattuti in elementi che portano verso la pista della pedopornografia, gestita da una rete di pedofili nel Parco Verde, capaci anche di depistare gli inquirenti, creare ad arte prove false e individuare come colpevoli persone che non hanno nulla a che fare con loro. Perché il business è davvero più remunerativo dello spaccio di droga».




deep webUn vero e proprio business quindi quello della pedopornografia nel Parco Verde di Caivano. Se la pista investigativa fosse confermata il caso di Fortuna Loffredo potrebbe essere solo la punta dell’iceberg di un’inchiesta che quindi si allargherebbe a macchia d’olio. Un grande problema quello della pedopornografia, che oltre al mondo reale si sta sempre più diffondendo nel Deep web, come si evince dall’inchiesta di pochi mesi fa di Cronaca&Dossier.

 

articolo di Nicola Guarneri

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

Fortuna Loffredo, l’ombra della pedopornografia dietro l’omicidio ultima modifica: 2016-05-27T13:19:25+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!