Eligia Ardita, il marito conferma la ritrattazione

Entra nel vivo il processo sull’omicidio di Eligia Ardita: il marito Christian Leonardi ha confermato la ritrattazione della confessione

È entrato nel vivo stamattina il processo sull’omicidio di Eligia Ardita, la donna uccisa il 19 gennaio 2015 nella propria abitazione. Eligia Ardita, infermiera di 36 anni, era incinta della piccola Giulia quando venne brutalmente uccisa.




leonardiPer l’omicidio l’unico imputato risulta essere il marito, Christian Leonardi. L’uomo ha già passato alcuni mesi in carcere dopo che lo scorso settembre, a diversi mesi dall’omicidio, ha deciso di confessare, salvo poi ritrattare le proprie dichiarazioni. Il processo di questa mattina si è aperto con l’intervento dei pubblici ministeri, Fabio Scavone e Magda Guarnaccia, che hanno illustrato le prove a carico dell’imputato. I Pm, come successivamente hanno anche fatto i legali delle numerose parti civili, hanno presentato la lista dei testimoni per il processo.




Roberta_BruzzoneSuccessivamente si sono espressi i legali della difesa, gli avvocati Mancini e Benini, che hanno obiettato sull’inserimento tra i testimoni del generale Luciano Garofano e della criminologa Roberta Bruzzone, che tuttavia l’avvocato Francesco Villardita ha definito come consulenti di parte e non come teste. Gli avvocati difensori hanno poi continuato chiedendo la comparazione della registrazione della telefonata che Christian Leonardi fece quella sera al 118 per segnalare il malore della moglie.




eligia ardita2Mancini e Benini hanno poi confermato la ritrattazione del loro assistito: Leonardi, dopo la confessione dello scorso settembre, ha ritrattato e si professa innocente. Il marito della donna ha sostenuto di aver confessato solo sotto pressione dei familiari, che lo hanno sempre additato come il colpevole del terribile omicidio della loro figlia e della piccola nipote che portava in grembo.

Ancora nessuna novità sull’ipotetico complice che avrebbe aiutato l’assassino a ripulire la scena del crimine. Se anche fosse dimostrata la colpevolezza di Leonardi sarebbe stato impossibile per lui inscenare il delitto e chiamare il 118 in un lasso di tempo così breve come ricostruito dalle telefonate.

 

articolo di Nicola Guarneri

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

Eligia Ardita, il marito conferma la ritrattazione ultima modifica: 2016-07-15T15:50:48+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!