Eligia Ardita, il mistero del maglione scomparso

La riesumazione del cadavere di Eligia Ardita porta una sorpresa: nella bara gli inquirenti non hanno trovato il maglione da analizzare

Doveva essere la svolta nel caso di Eligia Ardita la riesumazione chiesta dai familiari, e invece al momento dell’apertura della bara l’amara sorpresa: non è stato ritrovato il maglione su cui si sarebbero dovute fare le analisi.




Eligia ArditaEligia Ardita, incinta di otto mesi, era stata assassinata lo scorso gennaio nella propria casa. Fin da subito gli inquirenti avevano sospettato del marito, Christian Leonardi, che messo con le spalle al muro dalle indagini dei Carabinieri del RIS di Messina ha confessato l’omicidio lo scorso 19 di settembre, a otto mesi esatti dall’omicidio. Caso chiuso? Assolutamente no. Come anticipato da Cronaca&Dossier nel numero di ottobre (potete leggere l’articolo completo qui) la dinamica dei fatti suggeriva chiaramente l’intervento di un complice: senza un aiuto Christian Leonardi non sarebbe mai stato in grado di cancellare tutte le tracce dell’omicidio in così poco tempo (fu lui stesso a chiamare i soccorsi). Le indagini si sono quindi rivolte alla ricerca di un complice, anche se Leonardi ha sempre smentito di aver ricevuto alcun aiuto. Da qui è nata la richiesta dei familiari di Eligia Ardita, in particolare del padre Agatino, di riesumare la salma al fine di trovare ulteriori indizi utili alle indagini (potete leggere qui la notizia di qualche giorno fa della riesumazione del corpo). La richiesta della famiglia è stata portata avanti dal legale Francesco Villardita, che ha avanzato un’istanza alla Procura della Repubblica affinché venissero effettuati ulteriori accertamenti tecnici per far luce sul caso. La richiesta, esaminata dal procuratore aggiunto Stefano Scavone e dal sostituto procuratore Magda Guarnaccia, è stata accettata e ieri è stata effettuata la riesumazione.




1800975_931668840257111_591739096_nI Carabinieri del RIS e il medico legale incaricato dalla Procura di Siracusa, il Dottor Orazio Cascio, hanno lavorato presso il cimitero per circa quattro ore. All’apertura della bara però non è stato ritrovato l’indumento che più di tutti avrebbe aiutato nelle indagini, ovvero il maglione a collo alto che Eligia Ardita indossava la notte in cui fu assassinata. Una strana storia quella del maglione, visto che era stato selezionato dalla stessa Eligia tra gli indumenti da dare in beneficienza e che invece il marito (e forse il complice?) utilizzò per rivestirla. Probabilmente su quel capo si sarebbero ritrovate tracce anche del complice che aiutò Christian Leonardi a stravolgere la scena del crimine. La sparizione è ancora più strana se si calcola che nella bara sono stati ritrovati tutti gli altri oggetti con cui Eligia venne sepolta, tra cui una coperta, un paio di pantofole e una foto del marito, fatta rimuovere dai familiari. È giusto ricordare che fu lo stesso Leonardi a porre il maglione nella bara, proprio ai piedi della defunta moglie.




12388260_931672400256755_729043377_nIntercettato da alcuni programmi tv come Pomeriggio Cinque e La vita in diretta il padre della vittima Agatino Ardita è comunque sicuro che la riesumazione sia stata necessaria: «Oggi il corpo di mia figlia ha parlato». Ma che fine può aver fatto il maglione? «Io ho un’idea di chi possa averlo prelevato prima che la bara venisse chiusa. Quel giorno ci spostammo dalla cappella della chiesa per mangiare un boccone, e lì rimase Christian, da solo, con le chiavi della chiesa in mano, quindi…». Alla luce della riesumazione probabilmente Leonardi verrà nuovamente interrogato dalle forze dell’ordine per giustificare la sparizione del maglione e la sua presenza, da solo, nella camera ardente. In ogni caso papà Agatino è ancora convinto che le indagini arriveranno presto ad una svolta: «Gli inquirenti hanno fatto rilievi sul corpo di mia figlia, il tempo di analizzarli e son certo che ne vedremo delle belle».

 

Redazione di Cronaca&Dossier

Seguici con un Mi Piace su Facebook e Twitter

Eligia Ardita, il mistero del maglione scomparso ultima modifica: 2015-12-18T16:10:37+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!