Il dramma dei figli con disabilità: «Che ne sarà di noi?»

Un fondo per le persone con disabilità grave necessario per far fronte al dramma di chi non avrà più assistenza genitoriale

 

disabilitàIn Italia abitano ben 13 milioni di persone con disabilità e di queste il 25% ha un’invalidità grave. Una grande fetta della popolazione quindi è colpita nel quotidiano da problemi molto grossi. Se si pensa che la maggior parte di questi individui sono seguiti dai genitori perlopiù anziani, è naturale che si giunga alla fatidica domanda: «Che ne sarà dopo di noi?».

È giunto all’esame del Parlamento un decreto che con la sua attuazione può cambiare in meglio la vita dei disabili, il famoso “Dopo di noi”. Dopo lunghe sedute, finalmente il 14 giugno 2016 con 312 voti favorevoli, 64 contrari e 26 astenuti, la Camera dei Deputati ha dato il via libera definitivo al testo del disegno di legge. Entriamo nel dettaglio e vediamo esattamente che cosa prevede questo provvedimento che è composto da ben 10 articoli.

 

mano bambinoSono state inserite importanti novità per quanto riguarda le agevolazioni per persone disabili. Prima cosa è stato istituito un Fondo di assistenza, con una dotazione di 90 milioni di euro per l’anno 2016, 38,3 milioni di euro per l’anno 2017 e in 56,1 milioni di euro annui a decorrere dal 2018. Il fondo è ripartito fra tutte le regioni, da emanare entro sei mesi dall’entrata in vigore del Provvedimento di legge. Nello stesso troviamo anche i requisiti per l’accesso alle misure di assistenza, cura e protezione a carico del Fondo. Ogni regione a sua volta definirà i criteri per l’erogazione del finanziamento, verificando l’attuazione delle attività svolte e in taluni casi addirittura la revoca dei medesimi.

 

 

disabiliSi alzerà la soglia delle detrazioni per le polizze vita. Le polizze assicurative con oggetto rischio morte, se destinate a tutela persone con disabilità, sarà alzata da 530 a 750. Inoltre l’art. 6 prevede altre agevolazioni fiscali per la costituzione di trust, cioè beni mobili e immobili destinati a disabili gravi (come per esempio Onlus).

In definitiva perché questa Legge è così importante? Con l’approvazione del “Dopo di noi” i genitori anziani di persone con disabilità possono stare più tranquilli, in quanto un domani, quando loro (i genitori) verranno a mancare, i figli potranno godere di strumenti assistenziali che fino ad oggi sono mancati. Per esempio saranno create strutture abitative di tipo familiare, realizzati interventi di permanenza temporanea extrafamiliare per far fronte ad eventuali emergenze, inoltre saranno sviluppati programmi di accrescimento della consapevolezza ‒ nell’ambito di abilitazione e di sviluppo delle competenze per la gestione della vita quotidiana del disabile ‒ per il raggiungimento del maggior livello di autonomia possibile.

 

disabileIl presidente della F.I.S.H. (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) Vicenzo Falabella ha così esordito: «Questo confronto e interesse deve ora diffondersi nei territori e nelle comunità locali per rendere operativi e concreti gli intenti della norma, ma deve anche estendersi ad altri aspetti altrettanto drammatici che riguardano il rischio di segregazione e di isolamento delle persone con disabilità. Ora la norma deve essere concretamente applicata. […] Le novità che riguardano il trust e le agevolazioni fiscali non dovrebbero incontrare difficoltà applicative, rimangono al contrario una incognita i tempi e le modalità di concreta attuazione dei servizi e dei sostegni diretti alle persone e alla famiglie».

Nonostante le varie perplessità, l’approvazione di questa legge è un piccolo ma importante passo in avanti che il nostro Paese ha fatto per una fascia debole ma presente, che dev’essere sempre tenuta in grande considerazione.

 

articolo di Dora Millaci

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

 

L’approfondimento su disabilità e assistenza pubblicato sulla rivista Cronaca&Dossier:

 

Il dramma dei figli con disabilità: «Che ne sarà di noi?» ultima modifica: 2016-07-23T13:12:58+00:00 da info@cronacaedossier.it

4 thoughts on “Il dramma dei figli con disabilità: «Che ne sarà di noi?»

  • 25 luglio 2016 at 15:38
    Permalink

    Grata Dora per questo Tu articolo profondo e sincero. Un abbraccio.

    Reply
    • 25 luglio 2016 at 15:38
      Permalink

      Grata Dora per questo Tuo articolo profondo e sincero.
      Un abbraccio

      Reply
      • 25 luglio 2016 at 18:40
        Permalink

        È un vero piacere poter dare il mio piccolo contributo. Ricambio l’abbraccio Maria Rosa ♥

        Reply
  • 26 luglio 2016 at 18:24
    Permalink

    Sono felice che la Camera dei Deputati abbia dato il via libera al testo del disegno di Legge il 14/06/2016, al Fondo assistenza ‘Dopo di noi”. Fondo che tutela con strutture assistenziali e agevolazioni fiscali i figli di persone con disabilità grave.
    Un piccolo ma importante passo in avanti per i genitori che temono, quando non ci saranno più, di lasciare i loro figli con disabilità senza una sussistenza necessaria

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!