Donne macellate e bruciate: scoperta shock in Germania

Nella casa degli orrori la scoperta di donne attirate e poi fatte a pezzi, una storia che ricorda in parte il caso di Leonarda Cianciulli in Italia

 




 

Hoexter
Hoexter

Dalla Germania la storia incredibile che viene dalla già ribattezzata “casa degli orrori”, dove alcune donne sarebbero state uccise e fatte a pezzi, ricordando i più atroci delitti della storia criminale. Hoexter (ovest della Germania) è il teatro dello scempio che sarebbe stato commesso da Wilfried W., di 46 anni, e dall’ex moglie Angelika B., 47 anni. Secondo secondo la Polizia tedesca sarebbero loro gli autori degli efferati omicidi ai danni di donne dapprima attirate, poi torturare e uccise, infine fatte a pezzi e gettate nel camino di casa.

I due erano già stati fermati con la grave accusa di avere segregato e torturato una 41enne dopo essere riusciti ad attrarre la malcapitata con un annuncio sul giornale. La pagina dedicata ai “cuori solitari” è stata l’esca con la quale riuscire a portare alcune donne nella propria abitazione, quella ribattezzata “degli orrori”. A parlare dell’esistenza di vittime precedenti alla donna torturata per settimane, è stata Angelika B. durante l’interrogatorio seguito al fermo avvenuto il mese scorso. Per la precisione la presunta assassina ha confessato un delitto avvenuto nel 2014, ma la Polizia tedesca sospetta che molte altre siano finite nella rete mortale.

 




 

orroreTuttavia già il solo delitto del 2014 ha i connotati da film dell’orrore. Il procuratore Ralf Meyer ha reso pubblici alcuni particolari di quanto accaduto due anni fa, precisamente nel mese di agosto, morta «dopo aver subito gravi violenze fisiche». Non sarebbero emersi però abusi sessuali da parte della coppia. È stata ancora una volta Angelika B. ad ammettere tuttavia che altre donne negli anni addietro sarebbero state sequestrate. Ma dove sono i loro corpi?

Ad oggi non è dato saperlo. Emergono invece particolari molto macabri. La seconda delle due donne assassinate aveva 33 anni e il suo corpo aveva subito violenze di ogni genere. Dapprima conservata in un grosso congelatore, come fosse un “banale” enorme pezzo di carne da conservare per le festività o per il pranzo domenicale, successivamente la povera ragazza era stata fatta a pezzi e le membra bruciate nel camino di casa.

 

 

leonarda cianciulliEppure, tra le notizie che rincorrono nelle ultime ore e diffuse dagli inquirenti tedeschi, esisterebbe anche la possibilità che alcune donne possano essere sopravvissute al tentato massacro della coppia. Intanto Wilfried W. respinge ogni accusa e incolpa la moglie di ogni malefatta, lui che nel 2013 aveva divorziato dalla prima moglie, poi deceduta, e della quale avrebbe «pesantemente abusato», così come il capo della Sezione omicidi fa sapere.

La storia della coppia assassina ricorda in parte tanti orrori avvenuti negli ultimi decenni e in più parti del mondo. In Italia la più simile è la storia di Leonarda Cianciulli. Anche quest’ultima infatti attirava la proprie vittime con una scusa banale e poi procedeva con “tecniche rudimentali” depezzando le vittime. La Cianciulli è nota in Italia come la “saponificatrice di Correggio”.

 

articolo di Andrea B.

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

 




 

Donne macellate e bruciate: scoperta shock in Germania ultima modifica: 2016-05-03T18:01:18+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!