Deep Web, potenziale nemico per la sicurezza nazionale

Altro che sicurezza: il Deep Web supermarket della criminalità fra armi, soldi e documenti falsi a disposizione di chiunque nel mondo sommerso della rete

Mentre nel mondo si dibatte su quali possano essere i migliori sistemi di difesa per proteggerci dalla minaccia del Terrorismo, il nemico ha a disposizione uno strumento potenzialmente letale: il Deep Web. Nell’inchiesta di Cronaca&Dossier pubblicati tutti gli aspetti più pericolosi che il Deep Web, ovvero il lato oscuro della rete, rappresenta per la nostra società. Immaginando internet come un pianeta, il Deep Web è un iceberg al cui confronto il web conosciuto ai più è ben rappresentato come la sola punta: tutto il resto è sommerso. Nel numero di gennaio Cronaca&Dossier racconta quanto sia facile procurarsi soldi, false identità e addirittura armi con pochi click. Altro che sicurezza: ecco cosa temere dal Deep Web.

Come avere killer, armi e droga a pagamento

di  Nia Guaita

deepEsiste un lato oscuro del web, denominato “Deep Web”, dove non esistono regole, non esiste etica, non esiste controllo e dove tutto è possibile: dalla pedopornografia all’acquisto di droga, documenti, soldi falsi, armi e killer. Il web ‒ o almeno quello che noi conosciamo come tale ‒ contiene solo una piccola parte del materiale effettivamente presente in rete. Il Deep Web è una parte di Web “sommersa” in cui vengono svolte tantissime attività, da quelle illegali ad altre molto più tranquille. I file “in chiaro” sono circa 2 miliardi, contro i 550 miliardi di quelli “sommersi”… (continua a leggere qui)

 

Cittadino italiano in pochi minuti

di Mauro Valentini

(foto copertina)Oltre il Deep si nasconde e prolifera il “Dark”. Dark Web si chiama ed è la soglia invalicabile per i comuni mortali ma praticata benissimo da chi ha compreso che attraverso la rete si può globalizzare il crimine e l’illecito. Per accedere, in fondo poi non è così difficile, si deve scaricare qualche programma specifico, ad esempio “Tor”, un bell’applicativo, meglio dire un browser che si installa facilmente, di quelli che tutto mascherano e rendono tutto anonimo, scavalcando la totalità del mondo “World Wide Web”, quello accessibile a tutti e che conoscono anche i nostri bambini oramai. Cercando sulla rete comune… (continua a leggere qui)

 

L’orco del Deep Web non è una favola

di Alberto Bonomo

0È una linea immaginaria, un confine che non si vede. Nella terra del Deep Web è possibile sovvertire le più elementari leggi di mercato. Proprio in questo contesto trovano ampio spazio le offerte di natura sessuale capaci di giocare su tutti quegli istinti e pulsioni che normalmente vivono lontano dalla luce del giorno e i pedofili sono un classico esempio di carnefice/predatore del Deep Web. È ormai cosa nota la massiccia presenza di aberranti siti pedofili, che mettono in vendita filmati e fotografie di bambini e adolescenti abusati e violentati. Tutti gli studi condotti negli ultimi cinque anni sul mondo oscuro d’internet evidenziano dati davvero allarmanti… (continua a leggere qui)

 

Comprare e vendere armi nel Dark Market


di Paolo Mugnai

000Il Deep Web è una seconda dimensione di internet, profonda e nascosta, non accessibile tramite i comuni motori di ricerca dove le regole sono spesso rovesciate. Spaventoso ed inquietante? Assolutamente sì! Pericoloso? Altrettanto. Soffermiamoci su un aspetto particolarmente negativo del Deep Web, ovvero la possibilità di reperire illegalmente armi (anche da guerra) sul mercato nero con una certa semplicità e in maniera totalmente anonima. Inoltre è possibile accedere a documenti che spiegano come realizzare esplosivi ed ordigni improvvisati, nonché a manuali per tattiche di guerriglia… (continua a leggere qui)

Nel sito di Cronaca&Dossier ogni giorno notizie e aggiornamenti sui casi più importanti di cronaca nera, Isis e guerra al Terrorismo.

Seguici con un Mi Piace su Facebook Twitter

Deep Web, potenziale nemico per la sicurezza nazionale ultima modifica: 2016-01-16T18:39:07+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!