Come in un giallo d’altri tempi: la misteriosa fine di Leonello Catalani

Negativi anche gli esami tossicologici sul corpo dell’architetto Leonello Catalani trovato cadavere in provincia di Viterbo


Fun_With_Chemistry_-_DistillationIl 17 novembre 2013 Leonello Catalani,  architetto e professore di Sant’Eutizio, frazione di Soriano nel Cimino (VT), scompare a bordo della sua Peugeout 206 station wagon azzurra. A segnalare la sua assenza, il lunedì successivo, sono i genitori e il fratello, preoccupati poiché l’uomo non è presente al pranzo domenicale. Leonello Catalani, persona piuttosto riservata, vive da solo in una villetta. Le ricerche, scattate immediatamente, non portano ad alcun risultato immediato. All’appello mancano, oltre all’uomo, la sua auto, il cellulare e il portafoglio. A pochi giorni dalla sua scomparsa, nelle campagne di San Martino, paese distante 20 km dalla frazione nella quale abita il professore, viene ritrovata la Peugeout azzurra al cui interno vi è anche il telefono cellulare. Nel frattempo, il fratello Vincenzo confida alle Forze dell’ordine che il professore, il giorno della sua scomparsa, doveva recarsi a Viterbo per un misterioso appuntamento. Neanche il ritrovamento di questi elementi, uniti alle deposizioni di amici e familiari dalle quali spunta anche una probabile relazione sentimentale con una donna russa, aiuta gli inquirenti nella ricerca dell’uomo fino a che, a gennaio scorso, un gruppo di escursionisti ritrova il corpo di Leonello Catalani sulla riva del Lago di Vico, nei pressi di Caprarola. Leonello 1200px-Palude_Lago_di_VicoCatalani aveva ancora indosso il portafogli e i documenti. Elementi, questi, che hanno permesso il suo riconoscimento. La morte, che secondo il medico-legale Costantino Ciallella risalirebbe al giorno stesso della scomparsa, è stata causata da insufficienza cardiorespiratoria provocata da annegamento. Il cadavere del professore non riporta alcun segno di violenza o di trascinamento. L’ultima notizia sul caso è che anche tutti gli esami tossicologici sono risultati negativi. Dunque la morte potrebbe essere archiviata come suicidio. Sono però ancora molti i misteri investigativi da svelare e molte sono le domande intorno al decesso di Leonello Catalani. Perché un uomo che non ha alcun problema economico, dalla vita tranquilla e serena, legatissimo agli anziani genitori e agli altri Chemistry_Labfamiliari si dovrebbe suicidare? Perché la macchina del professore è stata ritrovata a 17 km. di distanza rispetto alla posizione del cadavere? Come è arrivato al Lago di Vico? Perché il cadavere era senza le scarpe? Anche il famoso appuntamento del professore è coperto da un alone di mistero. Chi doveva incontrare di così importante e perché tanta fretta? La ricerca della verità non dovrebbe arrestarsi fino a che non verrà data una risposta esaustiva a tutte le domande che il caso ci pone.

 

 

articolo di Katiuscia Pacini

Vuoi leggere il numero completo di maggio 2014? Lo trovi qui.

Come in un giallo d’altri tempi: la misteriosa fine di Leonello Catalani ultima modifica: 2015-04-20T17:56:05+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!