Colpo di scena nel caso Noventa: il sangue non è di Isabella

Si attendevano i risultati del test DNA sul sangue trovato in cucina ed è di stamane la notizia che ha più il sapore di un colpo di scena


isabella-noventa-omicidio-freddy-sorgato-4Nei giorni scorsi alla notizia del rinvenimento di schizzi ematici nella cucina di Freddy Sorgato, tutti avevamo dato quasi per scontato che il DNA avrebbe sciolto anche l’ultimo dubbio sulla paternità del sangue trovato, riconducendolo a Isabella Noventa: invece no, c’è un colpo di scena. A quanto pubblica Il Gazzettino «non sarebbe stata trovata alcuna traccia riconducibile a Isabella Noventa. Piuttosto, quanto repertato, compresa una goccia di sangue, sarebbe riconducibile al DNA di una persona di sesso maschile diversa dal ballerino». Così riporta il quotidiano stamane e sembrerebbe tutt’altro che chiudere il cerchio nel caso. Il quasi colpo di scena pubblicato oggi potrebbe rivelarsi un punto a favore di Freddy Sorgato, considerando che se in cucina il DNA non è di Isabella allora regge ancora la sua versione dei fatti che riconduce il delitto ad un gioco sessuale finito male. Ad oggi infatti non vi è né il corpo della donna, né altro elemento che permetterebbe di ricostruire una dinamica diversa.

 

 

isabella-noventa
isabella Noventa

Il colpo di scena sul sangue nella cucina di Sorgato complica la vita agli investigatori diventando terreno sempre più scivoloso. Fino ad oggi la novità più importante ha riguardato Debora, la sorella di Freddy Sorgato, protagonista nelle ultime settimane di novità importanti, a cominciare dai 124 mila euro in mazzette trovate in un armadio all’interno della casa di Debora Sorgato, abitazione condivisa con il compagno, Maresciallo dei Carabinieri. Oltre al denaro gli uomini delle forze dell’ordine avevano sequestrato anche due pistole mai denunciate con relative munizioni, avvolte all’interno di un piumone (una “Astra” calibro 9 per 21 con 51 munizioni e una “Beretta” calibro 7,65 con colpo in canna e 71 cartucce).

 

 

isabella noventa debora sorgatoLa perquisizione era avvenuta dopo che lo stesso compagno della Sorgato aveva segnalato la presenza di scatoloni dentro l’abitazione.

L’iniziale impressione che il caso fosse ad una svolta grazie al confronto del DNA sembrerebbe svanire in queste ore, lasciando tutto al triste gioco delle testimonianze e delle presunte confessioni. Si intuisce che molto ci sia ancora da dire ma, allo stesso tempo, per incastrare gli autori della morte di Isabella Noventa non può che essere il ritrovamento del suo corpo, sperando tuttavia che non vi sia in serbo un altro colpo di scena.

 

articolo di Andrea B.

Resta aggiornato su tutte le ultime novità! Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter

Colpo di scena nel caso Noventa: il sangue non è di Isabella ultima modifica: 2016-03-27T12:46:52+00:00 da info@cronacaedossier.it

2 thoughts on “Colpo di scena nel caso Noventa: il sangue non è di Isabella

  • 27 marzo 2016 at 23:47
    Permalink

    Io mi chiedo ma se dovevano andare a casa di. Isabella, perché sarebbero dirottati a casa di Sorgato? Isabella dopo la lettera non ci sarebbe andata in quella casa. Era una donna autonoma, poi veva preparato la serata, è stata forse soppressa nel tragitto dalla pizzeria verso casa sua. 11 secondi di tel tra i fratelli per dire ::”fatto” sono più che sufficienti. Secondo me.

    Reply
  • 28 marzo 2016 at 12:00
    Permalink

    A detta mia…se la pistola dicono ha sparatoda poco o in quella casa ce stato un altro omicidio o isabella é stata uccisa da un altra parte e.nn é mai entrata li

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!