Caso Noventa, il legale: «Freddy manipolato dalla sorella»

Intervistato dal Gazzettino sul caso Noventa il legale del fratello della vittima non ha mostrato dubbi su chi fosse la mente del delitto

Potrebbe prendere una nuova piega il caso Noventa dopo le dichiarazioni dell’avvocato Gian Mario Balduin, legale di Paolo Noventa, fratello della vittima. Balduin, intercettato dal Gazzettino, non ha dubbi su chi avrebbe pianificato nei minimi dettagli il brutale omicidio: si tratterebbe di Debora Sorgato, sorella di Freddy, reo confesso che nei primi interrogatori avrebbe cercato di sostenere di aver fatto tutto da solo, probabilmente proprio per scagionare la sorella. «É lei – ha dichiarato Balduin – che ha manipolato il fratello per uccidere Isabella. Vedeva in quella donna un potenziale pericolo per il patrimonio di famiglia e ha voluto eliminarla».




isabella-noventaL’avvocato regala così agli investigatori un possibile movente, quello economico. Fino ad ora, come scrivevamo anche noi di Cronaca&Dossier qualche giorno fa, si pensava che l’astio provato da Debora Sorgato e dalla complice Manuela Cacco (amante di Freddy) fosse un movente troppo debole per un omicidio premeditato fin nei minimi particolari. Non sembrano infatti più esserci dubbi sulla premeditazione del delitto, come sostenuto fin da subito dall’accusa: oltre ai vari comportamenti dei tre arrestati, compresa la messinscena del giro in centro con il giubbino della vittima, sono spuntati i registri delle chiamate. Il 14 gennaio, giorno prima dell’omicidio, Freddy e la sorella si sono sentiti ben 65 volte, probabilmente proprio per discutere ogni minimo particolare del diabolico piano.




L’avvocato Balduin fornisce agli investigatori anche un’idea su come Isabella potrebbe essere stata uccisa: «Nella borsa Manuela aveva una federa dove nascondeva il suo giubbetto. Io credo che con quella federa sia stata soffocata Isabella. Federa che è stata gettata in un cassonetto insieme al giubbino di Isabella. E poi è stata uccisa da due persone e non solo da Freddy».




freddy-sorgato-confessioneNel frattempo sono riprese le ricerche del cadavere, dopo la tragica interruzione della settimana scorsa dovuta alla scomparsa dell’ispettore di Polizia Rosario Sanarico, uno dei sommozzatori che stava cercando il corpo sul fondo del fiume Brenta. Anche in questo caso l’avvocato Balduin ha un’idea precisa: «Non credo a quanto dichiarato da Freddy che il corpo di Isabella si trovi sul letto del Fiume Brenta. Per me è stata sepolta in una delle sue proprietà. Sono stati utilizzati i cani molecolari, ma invece dovrebbero sfruttare i cani da valanga. Inoltre si dovrebbero alzare in volo dei droni per vedere dove è stata mossa la terra». Ipotesi verosimile ma che potrebbe essere smentita da un investigatore particolare, ovvero il fratello di Isabella. Paolo Noventa non si dà pace fin dalla scomparsa della sorella e ha deciso di indagare da solo. Anche lui è stato raggiunto dal Gazzettino e ha spiegato l’esito delle sue ricerche: «Mi sono basato su orari e percorsi riportati nell’ordinanza del gip Cristina Cavaggion. Ho concluso che Sorgato e le due donne non abbiano avuto più di 23 minuti per disfarsi del corpo di Isabella». Evidentemente, troppo poco per scavare una buca e seppellire il cadavere; forse, troppo poco anche solo per coprire un’eventuale buca scavata in precedenza. Che fine ha fatto quindi il cadavere di Isabella Noventa? Solo i ricercatori potranno risolvere questo mistero.

 

Vuoi restare aggiornato sul Caso Noventa e su tutte le ultime notizie?

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter

Caso Noventa, il legale: «Freddy manipolato dalla sorella» ultima modifica: 2016-02-29T12:24:39+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!