Caso Alpi – Hrovatin, testimone conferma l’ennesimo depistaggio

Dopo l’udienza di ieri potrebbe crollare l’accusa per Hassan, l’unico condannato nel caso Alpi – Hrovatin

Possibile svolta nel caso Alpi – Hrovatin, i due giornalisti di Rai3 uccisi in un agguato a Mogadiscio il 20 marzo del 1994.




la morteCome descritto nell’inchiesta di Cronaca&Dossier dello scorso marzo, Ilaria Alpi e Miran Hrovatin stavano indagando su particolari traffici di armi e smaltimento dei rifiuti tossici nel corso della guerra somala e in cui sarebbero stati coinvolti molti poteri forti, tra cui lo stesso governo italiano.




ilaria alpiFino ad oggi c’è stato un solo condannato per l’omicidio nel caso Alpi – Hrovatin: si tratta di Hasci Omar Hassan, che all’epoca dei fatti lavorava nell’hotel dove soggiornavano i due giornalisti. Assan sarebbe stato l’ultimo a vederli vivi e uno dei materiali esecutori dell’omicidio; i mandanti invece non sono mai stati identificati.



ilaria alpi
Ilaria Alpi

Ebbene, a distanza di 22 anni anche questa certezza vacilla. Il supertestimone che ha indicato in Assan il killer ha ritrattato la sua deposizione. Ahmed Ali Rage (detto Gelle) per anni è risultato irreperibile, fino ad essere stato raggiunto lo scorso anno dai microfoni di Chi L’ha Visto. Ieri durante l’udienza del processo di revisione a carico di Hassan, Gelle ha ritrattato, confermando la versione fornita alla giornalista della trasmissione di Rai3. Nelle carte del suo interrogatorio, trasmesse alla corte d’appello di Perugia, si legge che Gelle ha sostenuto di non trovarsi sul luogo del delitto quando il commando armato di kalashnikov uccise Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, smentendo quindi le sue stesse dichiarazioni quando disse non solo di essere sul posto, ma di aver anche identificato in Hassan uno dei killer.

ilariaNell’intervista a Chi L’ha Visto Gelle aveva detto di essere stato pagato per fare quelle dichiarazioni, segno dell’ennesimo depistaggio nel caso Alpi – Hrovatin. Ma già vent’anni fa si sarebbe dovuto fare maggiore chiarezza: la stessa madre di Ilaria Alpi ha sempre creduto nell’innocenza di Hassan, che potrebbe essere stato incarcerato per anni per un crimine non commesso. Un’altra vittima del caso Alpi – Hrovatin, le cui indagini potrebbero nuovamente essere al punto di partenza.

 

articolo di Nicola Guarneri

Segui Cronaca&Dossier con un Mi Piace su Facebook e Twitter, oppure unisciti al canale Telegram

Caso Alpi – Hrovatin, testimone conferma l’ennesimo depistaggio ultima modifica: 2016-06-16T11:24:42+00:00 da info@cronacaedossier.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La realtà fa notizia, aiutaci a condividerla. Seguici con un Mi Piace!